HOME VAL D'OTEN

Val d'Oten

La Val D'Oten è una lunga valle formata dalla catena delle Marmarole che la chiude a nord e dal massiccio del monte Antelao che la sovrasta a nord ovest. Per raggiungerla è necessario attraversare il centro abitato di Calalzo passando per la piazza centrale e fiancheggiando, a sinistra, il suggestivo edificio chiamato "Il Ponte", tipica costruzione di architettura cadorina.

E' percorribile comodamente in automobile seguendo la strada asfaltata che termina in località "Praciadelan" da dove è possibile continuare fino alla fine seguendo una strada "bianca" non sempre in buone condizioni a causa del continuo muoversi dei conoidi di ghiaia su cui è ricavata.

A pochi chilometri dal centro abitato di Calalzo la strada si biforca, a destra si può raggiungere la borgata di Rizzios, a sinistra si prosegue per la Val D'Oten. In questa direzione, dopo poco, si incontra la Chiesetta del Caravaggio sovrastata da un secolare bosco di faggi.

Tutta la valle è ricca di vegetazione, soprattutto boschi di conifere e di faggi, vi si possono ammirare numerose varietà di fiori e consente rilassanti passeggiate e pic nic nelle piazzole attrezzate.

Da "Praciadelan" si possono compiere brevi e facili escursioni verso il laghetto detto di "Biguzzere" ad ovest, situato all'inizio del ripido sentiero che porta ai piani dell'Antelao, oppure verso la strada degli antichi fienili ad est.

Superato Praciadelan, dopo un tratto di strada sterrata, si giunge in fondo alla valle, dove, al limitare del verde Pian de la Gravina, si incontra il più accessibile dei tre rifugi che si affacciano su di essa: la "Capanna degli Alpini" (m. 1395). Il rifugio è un possibile punto di partenza per itinerari di varie difficoltà nei Gruppi dell'Antelao e delle Marmarole. E' da segnalare, anche se un po' difficoltosa, l'escursione alla "Cascata delle Pile" che si raggiunge percorrendo uno stretto canalone scavato dall'acqua in uno scenario estremamente suggestivo.